La Guardia dei Topi

Il confine del fiuto - una brutta sorpresa

Primavera 1153

Arrivati a Rocciacorteccia la Pattuglia si dirige immediatamente a parlare con il Capitano delle guardie Slint che scoprono ben presto essere un Capitano della Guardia anche, uno dei pochissimi bracci destri di Gwendolyn.
Ma prima di arrivare ai suoi alloggi, passando per la piazza del pozzo, una conoscenza di Finn li ferma implorando il loro aiuto: è Harry, un carpentiere molto abile, e spiega che sua figli dovrà sposarsi con un nobile di Legnoferro e che alla dote lui voleva assolutamente aggiungere un antichissimo cimelio di famiglia. Purtroppo, essendo lui originario di Valfelce, dovrà recarsi tra le rovine della sua città natale per provare a cercare la sedia a dondolo intagliata da suo padre, uno dei migliori carpentieri in tutti i territori fino alla sua morte durante la guerra. La pattuglia decide di prendere tempo ma sconsiglia vivamente a Harry di andare da solo perchè il percorso potrebbe effettivamente essere molto pericoloso.
Da Slint la pattuglia riceve nuovi ordini, dopo che lui ha effettivamente letto la lettera di Gwendolyn: ripassare il Confine del Fiuto nella zona vicino a Valfelce.
Slint dice anche che il carico dell’intruglio necessario arriverà da Fendabete entro 3 giorni e che purtroppo non sarà lui a svelare cosa sta accadendo, perchè se nessuno della guardia, Gwendolyn in particolare, non si sono espressi con la Pattuglia in tal senso, allora vuol dire che non sono ancora pronti a conoscere il reale pericolo attuale.
Vista la vicinanza della loro missione con Valfelce, la Pattuglia decidere di chiedere a Slint quanto effettivamente sia pericoloso raggiungere le sue rovine, e il capitano li invita a parlare con Martin, un ex-generale agli ordini di Mezzanotte durante la sua ribellione.
Parlando nelle prigioni con Martin, il gruppo scopre che il topo sembra essere a conoscenza di molti dei cunicoli che una volta appartenevano al territorio delle Donnole, Brugoscuro. Dice anche che potrà aiutarli se vorranno, ma per il suo eventuale esilio vorrebbe seguire il suo capo e mentore, ed essere quindi esiliato a Punta Lupo. Grazie alla loro opera di convincimento la Pattuglia riesce a strappare a Martin la promessa che li aiuterà e che verrà lasciato a Valfelce, libero poi di decidere del suo destino.
La pattuglia passa tre giorni a Rocciacorteccia in attesa del carico da trasportare così che Finn riesca anche a passare a casa dai suoi genitori, che lo accolgono fieri del proprio figlio.
Il viaggio per Il confine sembra essere particolarmente agevole, grazie alle loro capacita di esplorazione e ricognizione, la Pattuglia si districa nella strada che li separa dal Confine del Fiuto utilizzando quante più strade battute possibili. Una volta arrivati però a qualche centinaia di metri dal Confine, Tunder si accorge di una scena raccapricciante, una volpe, seppur non adulta, sta mangiando una lepre in una radura dalla quale il gruppo sembra dover passare forzatamente. Analizzando meglio la situazione, il topo allenato da Saxon scopre anche che vi sono due lepri molto giovani, nascoste sotto una grossa radice a poca distanza dalla volpe stessa. La pattuglia decide che forse è meglio nascondersi ed attendere che l’infausto destino si realizzi. Il loro piano non funziona proprio alla perfezione, la volpe sembra aver fiutato le sue prede, ma un movimento improvviso delle due lepri giovani la fa scattare dalla loro parte e l’inseguimento prosegue oltre la vista della Pattuglia.
Una volpe all’interno dei Territori è un pericolo enorme, e la Pattuglia lo sa, ma senza le conoscenze e le capacità di una guida come Sadie effettivamente le loro possibilità erano molto assottigliate.
Così il gruppo decide di proseguire molto attentamente per completare la sua missione e durante l’arrivo al Confine, grazie anche alla conoscenza di Harry, si accorgono di alcuni particolari:

  • La volte sembra proprio provenire dalla zona che dovrebbero ripassare
  • Nella zona da trattare sembra che siano passate anche alcune Donnole e il loro tanfo sembra pervadere buona parte del Confine del Fiuto, che, tra le altre cose, sembra essere stato affievolito in qualche maniera.
  • Le anfore che la Pattuglia dovrebbe usare sembrano contenere un intruglio molto diluito rispetto a come dovrebbe presentarsi all’olfatto.
    La pattuglia è combattuta su come comportarsi, se tornare di corsa a Rocciacorteccia oppure continuare con il compito di ritrovare il cimelio di famiglia di Harry. Probabilmente grazie anche all’aiuto dato da Harry fino a questo momento, la Pattuglia decide di proseguire alla volta di Valfelce, riposando per la notte all’interno dei tunnel di Brugoscuro.
    Il viaggio per Valfelce risulta essere sicuro, Martin sembra essere a suo agio in questi cunicoli antichi (forse anche più delle Donnole), ma una volta raggiunta la superficie nei pressi di Valfelce, Tunder scopre che un gruppo di 10 Donnole che sembrano darsi da fare per scavare all’interno delle rovine: una sembra chiaramente il Capitano della spedizione mentre altre 3 sembrano proprio spingere con la forza le altre 6 a lavorare per scavare più in fretta possibile. La pattuglia ora dovrà decidere come comportarsi.

Comments

Goffredo Goffredo

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.